F

Fading

nella terapia comportamentale indica una procedura di apprendimento basata su stimoli che forniscono progressivamente sempre meno aiuto al soggetto, con il fine di stabilizzare nella persona le risposte apprese.

Fase anale

seconda fase dello sviluppo psicosessuale del bambino secondo il modello di Freud. Va dai 18 ai 36 mesi ed è contraddistinta dall’interesse del bambino verso la zona anale e dal senso di appagamento suscitato dall’acquisizione di padronanza nella gestione dei movimenti sfinterici.

Fase di latenza

quarta fase dello sviluppo psicosessuale che vai dai 4-5 anni alla pubertà. Durante tale periodo il bambino accantona momentaneamente le pulsioni sessuali per concentrare le sue energie in attività di tipo produttivo, quali le relazioni di amicizia, la scuola, lo sport etc.

Fase fallica

terza fase dello sviluppo psicosessuale secondo il modello proposto da Sigmund Freud. In questa fase l’energia della libido si sposta dalla regione anale alla regione genitale, e vede la comparsa del complesso di Edipo nei maschi e del complesso di Elettra nelle femmine.

Fase genitale

quinta ed ultima fase dello sviluppo psicosessuale che inizia con la pubertà e si protrae per tutta la vita. Le pulsioni sessuali vengono sublimate e organizzate in modo da favorire le relazioni con l’altro sesso, formare una coppia e consentire la riproduzione.

Fase orale

termine utilizzato da Freud per descrivere lo sviluppo del bambino nei primi 18 mesi di vita, durante i quali il piacere dell’infante è situato nella zona della bocca. È la prima fase dello sviluppo psicosessuale.

Favole della Düss

test basato su piccole favole o storie nelle quali un protagonista si trova in una determinata situazione che rimanda ad uno dei diversi stadi dello sviluppo psicosessuale (stadio orale, anale, edipico, ecc.). Il metodo delle storie da completare risulta essere…